Le piante per purificare l’aria della tua casa. (Dove posizionarle e come curarle).

13 Gennaio 2017 | Bio news

Sicuramente la presenza delle piante rende l’atmosfera della nostra casa rilassante accogliente e confortevole, ma oltre all’aspetto estetico, le piante offrono una serie di vantaggi che ci aiutano ad aumentare il comfort abitativo:

  • Ossigenano l’ambiente aiutando ad eliminare l’eccesso di anidride carbonica
  • Trattengono l’umidità
  • Alcune di queste hanno la capacità di eliminare alcuni tra i più frequenti inquinanti presenti nelle nostre abitazioni.

 

Da alcuni studi è emerso che per avere degli ottimi risultati nel contrastare l’inquinamento in ambienti di circa 15 metri quadri siano sufficienti tre piante grandi (vaso sui 30 cm).

Le sostanze inquinanti più frequenti che possiamo trovare nella nostra casa sono formaldeide, lo xilene e il benzene, rilasciate da fumo, computer, plastica, vernici.

Ogni camera presenta tipologie e concentrazioni diverse di inquinanti a seconda del suo utilizzo, quindi per sistemare opportunamente i vari tipi di piante bisognerà considerare diverse variabili come, appunto, gli agenti inquinanti presenti e il tempo di permanenza delle persone nei vari ambienti.

Al seguente link qualche suggerimento per scegliere le piante più adatte:

Scheda piante

Per una completa valutazione del comfort della nostra casa è importante controllare anche l’umidità dell’aria in rapporto alla temperatura, seppur la cosa è soggettiva, si considera come punto di riferimento per il benessere igrometrico, con una temperatura tra i 19-20°C, un’umidità relativa tra il 40-50%, mentre se la temperatura è tra i 24-26°C l’umidità relativa ottimale sarà tra il 50-60%.

In generale tutte le piante emettono vapore acqueo, ma se nella vostra stanza l’aria è troppo secca, meglio utilizzare piante con un alto grado di traspirazione come palma di bambù, felce di boston.

Nel caso invece in cui il vostro ambiente risulta troppo umido, allora meglio prediligere piante che assorbono l’umidità come la tillandsia cyanea, l’epiphyllum, la kalanchoe, la sanseveria.